Telefono0521 841900H24 Emergenze +39 331 9145483H24 Emergenze Buiatria+39 349 6052345info@cvsm.net

La mastite può colpire anche le manze?

novembre 20, 2021 by Giovanni Centonze0
manza-1200x800.jpg

L’obiettivo di un buon programma di gestione della rimonta è quello di ottenere bovine che producano latte in gran quantità e di ottima qualità attraverso l’applicazione di ottime tecniche di allevamento dalla nascita della vitella fino al suo primo parto.

La mastite è considerata una tra le patologie più costose per l’allevamento della vacca da latte perché esita in importanti perdite di produzione e di reddito.

Quando si parla di mastite, il primo pensiero è certamente riferito alle bovine in lattazione e spesso le manze sono del tutto ignorate perché è comune considerare che le loro mammelle siano isolate dal mondo esterno grazie alla chiusura ermetica presente all’apice del capezzolo fino al momento della loro prima mungitura.

Secondo te la mastite può colpire anche le manze? Esiste anche per loro il rischio mastite?

Se non sei sicuro della tua risposta o se vuoi saperne di più, continua a leggere!

La mastite nelle manze prima del parto è osservata di rado semplicemente perché in questo contesto non viene ricercata come avviene per gli animali in mungitura!

Proprio per questo, è molto più frequente rilevare eventi di mastite clinica in primipare già a partire dalla prima mungitura e spesso la causa è da attribuire a infezioni acquisite nel periodo precedente al parto.

Quali sono i principali fattori di rischio per lo sviluppo di mastite nelle manze?

Il principale fattore di rischio è il contatto con microrganismi agenti di mastite.

Questi microrganismi possono colonizzare la cute dei capezzoli delle manze sin dai primi mesi di vita e possono successivamente penetrare all’interno del canale del capezzolo dando origine a infezioni mammarie.

L’ambiente di allevamento ha un ruolo predominante nel determinare il contatto con i microrganismi e per questo motivo è opportuno allevare la rimonta in un ambiente pulito e asciutto.

Manze allevate in un ambiente altamente contaminato avranno una maggiore incidenza di mastite.

Un secondo fattore di rischio che contribuisce all’insorgenza della mastite nelle manze è l’impiego del latte di scarto per l’alimentazione dei vitelli.

Qual è il tuo piano di prevenzione della mastite per le manze nella tua azienda?

Se non l’hai ancora fatto, confrontati con il tuo veterinario aziendale o con i tuoi consulenti per poter mettere al sicuro la salute delle tue future bovine da latte!

Autore: Dr. Centonze Giovanni


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




DA SEMPRE, CON VOI




+39 331 9145483 CLINICA
+39 349 6052345 BUIATRIA


AUTORIZZAZIONE SANITARIA 898/2012

Direttore Sanitario Dr. Giacomo Riva iscritto all’Ordine dei Veterinari di Parma al n° 487




Copyright Centro Veterinario San Martino 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 02782610345



Copyright Centro Veterinario San Martino 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 02782610345