Telefono0521 841900H24 Emergenze +39 331 9145483H24 Emergenze Buiatria+39 349 6052345info@cvsm.net

Come e perché classificare la mastite clinica?

agosto 18, 2021 by Giovanni Centonze0
mammella-bovina-1200x801.jpg

Mastite acuta, mastite cronica, stoppini, mastite ambientale, stracci, mastite peracuta e chi più ne ha, più ne metta:

STOP!

Facciamo un po’ di chiarezza

sulla corretta classificazione della mastite, con un’attenzione particolare alla classificazione della mastite clinica. Leggi questo articolo!

Per poter gestire al meglio la mastite in azienda è innanzitutto necessario che tutti parlino la stessa lingua e che tutti sappiano di cosa si sta parlando: personale, allevatore e veterinario.

Che cos’è la mastite?

La mastite è un’infiammazione della ghiandola mammaria normalmente conseguente a un’infezione causata da microrganismi patogeni.

La mastite può essere classificata come:

  • Mastite Clinica – in presenza di segni clinici visibili;
  • Mastite Subclinica – in assenza di segni clinici visibili, ma con aumento del numero di cellule somatiche (SCC) del latte;

La mastite clinica è classificata in 3 gradi in base al livello di gravità prendendo in considerazione 3 elementi:

il latte, la mammella e l’animale

  1. Lieve: latte con aspetto alterato (presenza di fiocchi, coaguli, grumi, sangue ecc). 50-65% dei casi di mastite clinica.
  2. Moderata- latte con aspetto alterato + alterazioni della mammella (gonfiore, dolore, rossore e calore). 30-45% dei casi di mastite clinica.
  3. Grave – latte con aspetto alterato + alterazioni della mammella + animale con segni clinici sistemici (febbre, inappetenza, disidratazione).  5% dei casi di mastite clinica.

Perché è importante classificare la mastite clinica?

La corretta classificazione del grado di mastite è fondamentale per la definizione del protocollo di trattamento più appropriato.

Questo è molto importante soprattutto se si effettua la coltura in azienda perché solo in caso di mastite di grado 1 (lieve) o 2 (moderata) è possibile attendere 24 ore, per poi decidere se effettuare o meno la terapia antibiotica in base all’esito dell’esame mentre in caso di mastite di grado 3 (grave) è necessario un intervento immediato.

 

Ricapitoliamo i 3 livelli di gravità della mastite clinica:

  1. Lieve: latte

  2. Moderata: latte + mammella

  3. Grave: latte + mammella + animale

 

Autore: Dr. Giovanni Centonze


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




DA SEMPRE, CON VOI




+39 331 9145483 CLINICA
+39 349 6052345 BUIATRIA


AUTORIZZAZIONE SANITARIA 898/2012

Direttore Sanitario Dr. Giacomo Riva iscritto all’Ordine dei Veterinari di Parma al n° 487




Copyright Centro Veterinario San Martino 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 02782610345



Copyright Centro Veterinario San Martino 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 02782610345