Telefono0521 841900H24 Emergenze +39 331 9145483H24 Emergenze Buiatria+39 349 6052345info@cvsm.net

Che cosa sono le cellule somatiche del latte?

maggio 6, 2021 by Giovanni Centonze0
cellule-somatiche-latte-1200x800.jpg

Conosci realmente cosa sono le cellule somatiche del latte? Sai perché è importante monitorare la SCC? Scoprilo in questo articolo

La misurazione della conta delle cellule somatiche (SCC) aiuta a controllare la mastite e a migliorare la qualità del latte nella tua mandria, identificando gli animali infetti che devono essere trattati o eliminati.

Che cosa sono le cellule somatiche?

Le cellule somatiche sono principalmente cellule del sistema immunitario che si trasferiscono dal sangue alla mammella con lo scopo di uccidere i batteri che causano infezioni a livello della ghiandola mammaria.

Nel latte proveniente da mammelle sane le cellule somatiche sono presenti in bassissima quantità e hanno la funzione di sorvegliare e proteggere la mammella da eventuali batteri che invadono la mammella.

Se dei batteri invadono la mammella e riescono ad instaurare un’infezione mammaria, avviene il richiamo di altre cellule di difesa (principalmente neutrofili) dal sangue alla mammella e si assiste a un aumento della conta delle cellule somatiche nel latte.

Conta delle cellule somatiche (SCC): a che serve e come si effettua

La conta delle cellule somatiche è uno strumento che permette di misurare il livello di infiammazione della mammella. Più e alto il valore della SCC, peggiore è il grado di infiammazione.

Siccome la SCC aumenta in risposta a un’infezione mammaria, questo parametro permette di identificare in maniera indiretta le bovine che molto probabilmente possiedono un’infezione a livello della mammella.

La misurazione viene effettuata con un’apparecchiatura specifica che conta il numero di cellule somatiche presenti in 1 ml di latte.

Una mammella con valore di SCC superiore a 200.000 cell/ml si ritiene generalmente affetta da mastite subclinica.

Perché effettuare la misurazione della SCC?

La misurazione della conta delle cellule somatiche è uno dei modi migliori per rilevare la mastite subclinica. Le bovine con mastite subclinica non mostrano segni clinici visibili a occhio nudo: possono ospitare un’infezione potenzialmente contagiosa anche se le mammelle e il latte appaiono normali.

Il regolare monitoraggio della SCC delle singole bovine consente di individuare precocemente la mastite e di intervenire per evitare che la mastite si diffonda nella mandria e influisca sulla produzione della mandria e sulla qualità del latte.

Autore: Dr. Giovanni Centonze


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *




DA SEMPRE, CON VOI




+39 331 9145483 CLINICA
+39 349 6052345 BUIATRIA


AUTORIZZAZIONE SANITARIA 898/2012

Direttore Sanitario Dr. Giacomo Riva iscritto all’Ordine dei Veterinari di Parma al n° 487




Copyright Centro Veterinario San Martino 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 02782610345



Copyright Centro Veterinario San Martino 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 02782610345